Il nostro Blog

Ambiente Sicuro 21 - Bicicletta con Pedalata Assistita: Caratteristiche

Nell'Ambiente Sicuro di settimana scorsa abbiamo iniziato a parlare di bicicletta con pedalata assistita o pedelec. Abbiamo visto che cosa sono nello specifico, quanto possono andare a costare e come possiamo fare una prima scrematura nella scelta del nostro acquisto. Questo per aiutare tutti coloro che, magari grazie al Bonus Bici del Decreto Rilancio, vogliono aggiungere una nuova bicicletta elettrica al proprio parco veicoli. Oggi scendiamo maggiormente nel dettaglio, andando a vedere alcune informazioni fondamentali da tenere a mente al momento dell'acquisto.

Parleremo quindi prima di tutto di due caratteristiche molto importanti: il motore/batteria e il peso (legato a un discorso di furto e trasporto). Chiuderemo poi il tutto con quattro consigli diretti a chi si vuole impegnare in questo acquisto particolare. Se invece cerchi dei consigli più "generici", li puoi trovare qui o nella sezione Eco-Motion del nostro sito. Prima di iniziare, però, ti ricordo che ogni venerdì escono i nostri articoli dedicati all'ambiente e alla mobilità sostenibile e che per restare aggiornato ti puoi iscrivere alla nostra newsletter. Bastano due veloci clic, è completamente gratuita e sarà usata esclusivamente per informarti dei nuovi contenuti!


batterie nelle pedelec

Motori e Batterie

Le batterie delle pedelec sono agli ioni di litio e hanno una capacità, nei modelli da città, di 400-550 watt/ora. L'autonomia varia a seconda di vari fattori (peso del carico, tipo di assistenza usata, ecc.), ma in linea generale, se la si usa per fare circa 15 chilometri al giorno, basta ricaricarla ogni tre giorni. I produttori comunque consigliano di non lasciarle mai scaricare del tutto e di mantenerle sempre a minimo 50-59%. Generalmente la batteria è attaccata al telaio in mezzo alla bici e può essere staccata per essere poi caricata in casa. Se questo non è possibile, bisogna avere la possibilità di ricaricarla in un garage o di potersi portare la bici stessa in casa. Alcuni modelli più economici hanno la batteria sulla ruota (posteriore o anteriore), ma è una soluzione più scomoda.

Le principali aziende che producono motori e batterie per pedelec sono nomi noti: Bosch, Shimano e Yamaha. Questi marchi sono una garanzia anche grazie all'ottimo servizio di assistenza. E' vero che è raro che i motori elettrici si rompano, ma può capitare e sicuramente avere una gestione clienti facile da chiamare, aiuta. In caso di acquisto on-line, verificare che il marchio della batteria sia uno di questi. Va inoltre fatta un'eccezione alla regola per l'azienda italiana Zehus. Se è vero che questa inserisce il proprio motore nella ruota posteriore, è anche vero che questo ha un sistema per il recupero dell'energia e, per questo, fa meno affidamento alla carica diretta della batteria.


una bicicletta con pedalata assistita

Peso e Furto

Una cosa che accomuna tutte le pedelec è che, rispetto alle normali biciclette, pesano di più, in media tra i 23 e i 25 chilogrammi. Questo vuol dire che sono più scomode da trasportare, soprattutto se abbiamo davanti una rampa di scale. Cosa non di poco conto se tra il posto di lavoro e casa hai un sottopassaggio da attraversare oppure se si desidera spostarla una volta arrivati, magari perché è un modello pieghevole (come visto settimana scorsa). Certo, il peso maggiorato aiuta a "evitare" che la bici sia maggiormente a rischio di furto.

Bisogna dire inoltre che, se si ha paura di subire un furto, le aziende di lucchetti offrono spesso interessanti assicurazioni su questi modelli. Queste prevedono una buona indennità se si dimostra che la bici rubata era legata con il lucchetto dell'azienda (e che quindi questo non ha "funzionato"). Un altro palliativo per ridurre il rischio di furto è quello di rimuovere la batteria (se possibile) al momento del parcheggio. Certo, le batterie possono essere comunque riacquistate a parte, ma sicuramente, in questo modo, il modello è meno appetibile.


l'importanza del casco nelle pedelec

Altri 4 Consigli

Concludiamo il nostro articolo con ulteriori quattro consigli da tenere a mente al momento dell'acquisto di una pedelec:

  1. Prendere in considerazione la qualità dei freni perché 25 km/h non sono pochi e schiantarsi a quella velocità fa male.
  2. Indossare sempre un casco e magari provarlo prima, per essere sicuri di aver scelto la taglia giusta (un casco della taglia sbagliata è inutile). Per lo stesso motivo, bisogna sapere come indossare un casco nel modo corretto.
  3. Ricordarsi di usare comunque il cambio, non solo ed esclusivamente l'assistenza, per non usurare inutilmente un pignone e danneggiare il motore.
  4. Riflettere bene se conviene davvero l'acquisto di una pedelec piuttosto che di una bicicletta classica. Le biciclette elettriche hanno un prezzo maggiore e senza validi motivi per preferirle, a volte conviene l'acquisto di una bici classica da città. Si contribuisce comunque alla mobilità sostenibile della propria regione. Se vuoi puoi dare un occhio alle offerte presenti nel nostro shop.



Hai trovato l'articolo interessante? Tra sette giorni torneremo a parlare di ambiente e mobilità sostenibile, non mancare, e se non vuoi perderti neanche un aggiornamento, iscriviti alla nostra newsletter! E' gratis e basta compilare il form qua sotto!


Ti è piaciuto quanto hai letto e vuoi restare aggiornato? Iscriviti alla nostra newsletter!

Con l'inserimento dei dati ci autorizzi ad iscriverti ai nostri servizi informativi. Essi sono trattati da Gori officina s.r.l. nel rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali. Hai il diritto di conferma dell'esistenza o meno di dati che ti riguardano e l'accesso agli stessi, di rettifica, di cancellazione, di portabilità e di opposizione per un motivo legittimo, relativo all'insieme dei tuoi dati. Tale diritto si esercita presso Gori officina s.r.l. oppure inviando un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Puoi consultare l'informativa completa su : Privacy Policy

Cerca Articoli

ULTIMI ARTICOLI

Vision e Mission

Vision: Per una mobilità urbana, privata o aziendale, che sia sicura e sostenibile.
Mission: La Gori Officina si vuole porre in prima linea tra il settore della mobilità di beni e persone e quello della mobilità sostenibile per un mutuo sviluppo all'insegna della sicurezza e della consapevolezza. Per fare ciò, abbiamo deciso, forti dei nostri 50 anni di esperienza, di promuovere un'officina completa a dimensione di persona e rispettosa dell'ambiente così da poter presentare soluzioni innovative costruite su misura per le esigenze delle aziende e dei privati che decidono di affidarsi ai nostri servizi. Un cliente felice in un ambiente sano.

Dove siamo


Contatti veloci

Go to top
Template by JoomlaShine