Il nostro Blog

Ambiente Sicuro 16 - Bonus Bici, Tutto quello che serve sapere

Avevamo già parlato del Decreto-Legge Rilancio nell'Ambiente Sicuro di due settimane fa tuttavia oggi abbiamo deciso di scendere nel dettaglio di una delle misure che interessano il settore Automotive e che è già attiva, ovvero quella del Bonus Bici 2020 (facente parte del nuovo Bonus Mobilità 2020/2021). Pochi giorni fa infatti il Ministero dell'Ambiente ha condiviso una serie di risposte a dei dubbi comuni che erano stati posti al momento della pubblicazione del decreto.

L'obiettivo del bonus bici è di incentivare l'uso di questo mezzo (e di altri simili a emissioni zero) a partire già dalla fase 2 (quella attualmente in corso). Consiste in un contributo pari al 60% della spesa sostenuta e, comunque, non superiore a euro 500 per l'acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica e per l'utilizzo di servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture.


ambiente sicuro 16 bonus bici 2

Chi viene rimborsato dal Bonus Bici?

Ci saranno due fasi. La prima è quella in corso e vede il cittadino essere rimborsato del 60% mentre, nella seconda, il cittadino paga al negoziante aderente il 40% e sarà quest'ultimo a ricevere il rimborso del 60%.

Come funziona il Bonus Bici?

Per fruire del Buono Mobilità, dovrete installare una specifica applicazione web che è in via di predisposizione e sarà disponibile a breve (proprio la sua diffusione rappresenterà il passaggio dalla prima fase alla seconda). Per accedere a essa sarà necessario disporre delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Nella prima fase, per ottenere il rimborso, sarà inoltre necessario conservare la fattura della spesa da allegare poi alla domanda da inviare tramite l'applicazione. Nella seconda fase ovviamente non servirà niente di tutto questo visto che basterà inserire i dati nella app al momento dell'acquisto per avviare automaticamente l'intero iter e la generazione del buono spesa digitale da consegnare ai fornitori autorizzati.

Solo i cittadini in comuni sopra i 50.000 abitanti possono usufruire del bonus bici?

Assolutamente no. Ne possono usufruire per il 2020 tutti i maggiorenni che hanno residenza (e non domicilio) nei capoluoghi di Regione, nei capoluoghi di Provincia, nei comuni delle Città metropolitane (Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma Capitale, Torino e Venezia) e nei comuni con popolazione superiore ai 50.000 abitanti (basandosi sulla banca dati Istat relativa al 1° Gennaio 2019).


ambiente sicuro 16 bonus bici 3

Che cosa posso acquistare con il Bonus Bici?

Per l'anno 2020, il buono può essere richiesto una sola volta per l'acquisto di: biciclette nuove o usate, sia tradizionali che a pedalata assistita; handbike nuove o usate; veicoli nuovi o usati per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica (monopattini, hoverboard, segway); servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture.

Posso acquistare accessori con il Bonus Bici?

No, non si possono acquistare caschi, batterie, catene, lucchetti, ecc.

Posso acquistare veicoli usati?

Si, a patto che rientrino nell'elenco scritto in precedenza.

Posso acquistare la bici in qualsiasi negozio?

Durante la prima fase del bonus bici, si, basta che venga rilasciata apposita fattura da allegare alla successiva domanda di rimborso. Nella seconda fase, invece, l'elenco di tutti i negozianti aderenti all'iniziativa sarà presente all'interno dell'applicazione web.

Posso acquistare la bici su un sito online di un'azienda straniera?

Si, ma è comunque necessario ottenere una fattura che sia compatibile con quelle italiane. Può essere redatta anche in lingua inglese.

Per ottenere il Bonus Bici serve esclusivamente la fattura o posso usare lo scontrino?

Esclusivamente durante la prima fase del bonus bici è necessaria la fattura e non lo scontrino.

Posso acquistare online?

Si. Nella prima fase, ovviamente, deve essere emessa la fattura per il rimborso mentre, nella seconda, il rivenditore dovrà comunque essere accreditato sull'applicazione web.


ambiente sicuro 16 bonus bici 4

Per quanto tempo è valido il buono del Bonus Bici?

I buoni spesa della seconda fase devono utilizzati entro 30 giorni dalla relativa generazione, pena l'annullamento.

Quali sono le differenze tra il buono mobilità 2020 e quello 2021?

Per il 2020 non è richiesta la rottamazione e può essere richiesto un buono mobilità per tutti gli acquisti effettuati tra il 4 Maggio 2020 e il 31 Dicembre 2020. Dal 1° Gennaio 2021 diventa invece necessaria la rottamazione di veicoli vetusti nel corso dello stesso anno per il rilascio di un buono mobilità. Tale meccanica resterà in vigore fino al 31 Dicembre 2024.

E' possibili usare il buono mobilità 2021 se ho usato quello del 2020?

Si, anche se le modalità e i termini per l'ottenimento e l'erogazione dei benefici saranno definiti con un successivo decreto interministeriale attuativo del programma buono mobilità.



Se non vuoi perderti neanche un aggiornamento sulle novità dell'ultimo momento, la Sicurezza Stradale e la Mobilità Sostenibile, iscriviti alla nostra newsletter! E' gratis e basta compilare il form qua sotto!


Ti è piaciuto quanto hai letto e vuoi restare aggiornato? Iscriviti alla nostra newsletter!

Con l'inserimento dei dati ci autorizzi ad iscriverti ai nostri servizi informativi. Essi sono trattati da Gori officina s.r.l. nel rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali. Hai il diritto di conferma dell'esistenza o meno di dati che ti riguardano e l'accesso agli stessi, di rettifica, di cancellazione, di portabilità e di opposizione per un motivo legittimo, relativo all'insieme dei tuoi dati. Tale diritto si esercita presso Gori officina s.r.l. oppure inviando un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Puoi consultare l'informativa completa su : Privacy Policy

Cerca Articoli

ULTIMI ARTICOLI

Vision e Mission

Vision: Per una mobilità urbana, privata o aziendale, che sia sicura e sostenibile.
Mission: La Gori Officina si vuole porre in prima linea tra il settore della mobilità di beni e persone e quello della mobilità sostenibile per un mutuo sviluppo all'insegna della sicurezza e della consapevolezza. Per fare ciò, abbiamo deciso, forti dei nostri 50 anni di esperienza, di promuovere un'officina completa a dimensione di persona e rispettosa dell'ambiente così da poter presentare soluzioni innovative costruite su misura per le esigenze delle aziende e dei privati che decidono di affidarsi ai nostri servizi. Un cliente felice in un ambiente sano.

Dove siamo


Contatti veloci

Go to top
Template by JoomlaShine